Posts Tagged: pizzo

1000 Idee per Abiti da Sposa in Pizzo

Gli abiti da sposa in pizzo non sono mai stati così vari e originali prima delle Collezioni 2015. Nell’exploit del trend pizzo, moltissime sono state le letture e le interpretazioni da parte dei creatori di moda di tutto il mondo. In questa sede vorremmo segnalarvi quelle meno scontate e più di tendenza: pizzi sofisticati, pizzi boho, pizzi tatoo, pizzi bon-ton, abiti lunghi e corti, mantelle e spose in twin-set corpetto pantaloncini. Di idee se ne sono viste davvero di ogni genere, alcune davvero molto originali.

Amatissimi dalle più giovani e ideali per un matrimonio all’insegna della seduzione e della femminilità, gli abiti nuziali effetto nude-look o, meglio dire, effetto tatuaggio, spesso con ricami floreali applicati, sostenuti da delicatissime trame stretch, quasi invisibili, si arricchiscono di lunghi strascichi di trine nelle linee a sirena.

Spettacolari come sempre sono le creazioni per abiti collezione 2016 del brand Pronovias. Emblematici per un effetto lingerie che lascia intravedere il carnato di spose eteree e fresche. Deliziose trame floreali ricamate percorrono la linea a clessidra di una silhouette perfetta, senza per questo togliere comfort. Il tatuaggio bianco, delicato e romantico, diventa sensuale su un sopporto di finissima rete color naturale che si mimetizza con il corpo.

url-2

 

Marchesa, per le Collezioni 2015, prende la strada del tubino, quello più trendy e fresco, dalle lunghezze discrete e sobrie al ginocchio, con accenni di spalline lavorate e pettorine di pizzo ricamate di perline, che accompagnano all-over il taglio elegante. Una calzatura in pizzo, soave e molto particolare, ricoperta di tulle e il mini-bouquet a dare il tocco sofisticato e chic.

url-3Ateba, propone corpetti più costruiti con scolli vertiginosi a V, contenuti allo stesso tempo da un taglio magistrale, meravigliosamente decorati, sulla struttura più sostenuta di una sirena chic. Nuova e geniale l’idea di congiunzione e gioco di trasparenze tra i tessuti principali, sul bel taglio a volta curvilineo sul bacino. La base dell’abiti in pizzo si palesa come protagonista, sopra, per poi proseguire sotto, in trasparenza, articolandosi nella parte inferiore sotto un tessuto velato. Un effetto finto damasco dinamico, nato da una sovrapposizione, a partire dai grandi ricami floreali di congiuntura.

Un gioco davvero molto originale!

url-4Ora andiamo alle anticipazioni sulle Collezioni 2016. Le Spose di Atelier Emè si sbizzarriscono sul Tema Pizzo con letture e stili completamente diversi. Tutte in pizzo!

  • pizzi a balza in cascata per la sposa boho, un po’ pre-raffaellita, un po’ da manifesto Art Nouveau

vestito-colonna-con-balze-di-pizzo-1

  • corsetti con stecche, vaporose gonne in tulle e veli decorati per la sposa principesca, anche un po’ madonnara. Ricordate l’abito del videoclip Like A Virgin? Eccone una versione elegante e raffinata, da vera regina.

abito-bustier-atelier-eme

  • mantelle regali, cavalleresche e importanti, da Reinassence e Medioevo, sull’abito con cappa dal corsetto a cuore con stecche

abito-in-pizzo-atelier-eme

  • sposa alternativa in twin set, corpetto e shorts di pizzo, con fiocco in vita satinato, a sottolineare il delicato corpetto di trine e lo scenografico strascico a sopragonna in tulle

vestito-con-shorts-atelier-eme

Ed ancora, sempre Atelier Emè:

  • Pezzo forte di grande tendenza. Per chi non rinuncia ad essere alla Moda, il meraviglioso abito corto con mantella, cappa in pizzo, veste una sposa originale e trendy

abito-corto-in-pizzo

  • altra nuova interpretazione dell’abito corto di pizzo stile regal renaissence e bon-ton al tempo stesso. L’ordine dell’appretto, caduta ordinata e composta nel suo effetto crochet, per un vestitino con spalline ad aletta appoggiata, finemente decorate, pudico scollo quadrato e gonna a campana asimmetricaabito-corto-da-sposa
  • infine, la proposta del pizzo e tulle nero a contrasto sulla base bianca per un decoro sexy da dama di sicuro effettoabito-da-sposa-nero-e-biancoatelier-eme-abito-nero

 

 

Damigelle d’onore super-trendy con il Mismatched!

Per un matrimonio perfetto, ordinato, in armonia di colore con la sposa, ci sono alcuni accorgimenti e regole da rispettare, questo è assodato. Tuttavia, la Moda si sa non è prevedibile e proprio per questo suo effetto sorpresa la rende un fenomeno così dinamico e affascinante.

url-3

Vediamo alcune novità che emergono dalle ultime idee in fatto di outfit e dress-code per le damigelle del matrimonio.

Qual è la novità? E’ una nuova parola d’ordine: Mixate! 

In questo primo post dedicato alle tendenze Damigelle d’Onore parliamo della tendenza del Mismatched Gowns, il giochino delle damigelle scombinate, o mixate, sarebbe più corretto dire, cioè una diversa dall’altra, in perfetta armonia.

Dimenticatevi per un attimo le donzelle tutte vestite uguali, il meltin-pot sarà la nuova tendenza per il matrimonio e le bridemaids più fashion. La regola dello stesso colore, stesso modello, stessa noia, diventa obsoleta. Il matrimonio si anima di colori in gradazione, di palette perfette e in perfetto accostamento tra loro. Certo, è più difficile, ma non impossibile!

Unica regola importante per ottenere un perfetto mismatched è quella di saper scegliere toni che si adeguino alla palette generale. Per una festa nuziale con damigelle scombinate, potete utilizzare lo stesso colore in diverse tonalità oppure diverse tonalità di colori neutri, o colori pastello.

Bellissimo questo gruppo di damigelle nella tavolozza di colori pastello tenui e con tocchi accesi allo stesso tempo.

Il bilanciamento tra l’azzurro chiaro, carta da zucchero, l’orange tangerine chiaro, o tra il pesca e il celeste, è azzeccatissimo e rende l’insieme delle nuanches vivaci, ma discrete. Modelli di abiti davvero sfiziosi, tutti all’ultima moda, con dettagli di chiffon trasparenti e opachi e ruches per alcune, o di paillettes e tessuti fluidi e satinati per altre.

Lo stile lingerie e un pò charmeuse, di cui si parlava nelle tendenze sposa 2016 del precedente post, si adatta perfettamente alle damigelle. Assolutamente perfette!

Immagine 42

Anche gli abiti con lunghezze diverse possono stare bene insieme se i colori sono quelli giusti.

Vediamo questo mix perfetto non solo di nuances che vanno dal Fumo di Londra, al naturale, al cammello, ma anche di lunghezze e stili.

4 abiti uno diverso dall’altro eppure così in accordo tra loro:

-il primo abito da sinistra è lungo, in morbido tulle, in stile charmeuse diva, tempestato di jais con scollo drappeggiato e capelli lunghi sciolti;

-i capelli della seconda damigella sono invece raccolti e l’abito è senza spalline in georgette di seta lucente con il bellissimo dettaglio panneggiato a fiore sul seno e taglio imperiale tra la Paolina Bonaparte e lo stile mitologico;

-la terza damigella, anch’essa con acconciatura raccolta, indossa un abito in pizzo chantilly sulla base dell’abito sottoveste cammello con scollo a cuore e gonna a ruota che fa uno stile un po’ bon-ton e Fifties;

-in ultimo ancora pizzo per la veste della quarta damigella, stavolta con profondo scollo a V e maniche corte a camapna. L’abito ha il taglio modellante sul punto vita e la gonna è lunga morbida e svasata, stile retrò. Il pizzo chiaro richiama i toni degli abiti 3 e 1, stavolta sul fondo kaki, e si adegua benissimo al fumè del secondo abito. L’acconciatura raccolta e scapigliata è in stile boho-chic.
url-6

Match perfetto per queste damigelle scombinate che accompagnano nei toni di rosa e lilla una sposa raggiante. Ops! Hanno mise quasi più scenografiche di quelle della sposa! nel loro pullulare di ruches e fioriture di tessuti impalpabili. Persino il fiocco nero ravviva la scena. samehue-5

Per la sposa ballerina ecco degli abiti ispirati allo stile delle danzatrici in allenamento.

two birds bridesmaid martha stewat

Per le scarpe, niente paura!, prendete spunto dalle scarpe ballerina con tacchi invisibili di Junko Shimada.

Immagine 43Seguiteci, abbiamo ancora tante altre novità in serbo per voi!

 

Spose coi fiocchi: nuovi dettagli encomiastici

Legare qualcosa con un nastro e farci un bel un fiocco, ha sempre avuto un significato celebrativo e benaugurale. Si pensi al fiocco di un pacco regalo, alla coccarda con fiocco rosa o azzurro alla nascita di un bebè, al nastro delle cerimonie inaugurali per l’apertura di un’attività o per aggregazioni politiche. Il fiocco, così come l’annodatura di nastri, nastrini, velluti, grosgrain, rasi e velluti e quant’altro, è simbolo distintivo di festa, cerimonia, lieto evento e ha il significato di eleganza, cura, dono, sorpresa come per un augurio caloroso ed un buon inizio.

Immagine 11Quale miglior contesto se non un fiocco posto a dettaglio sull’abito nuziale della bellissima sposa, per officiare e festeggiare un giorno così importante, un evento autentico e ufficiale come il matrimonio!

Immagine 12

Ecco che ritorna un dettaglio di primo piano nella mise della sposa, come elemento di sicuro carattere encomiastico e raffinato, legato da un nastro in vita.

Tuttavia, non siamo tutti tradizionalisti a questo mondo. Se non fosse che non a tutte le donne convincerà l’idea! La maggioranza delle promesse spose contemporanee del secondo millennio sono in realtà donne emancipate e determinate, non più solo relegate al mondo di trine, merletti e svenevolezze.

La sposa moderna con la sua avversione rispetto ad alcuni miti femminili del passato, di un mondo affettato e rosa, bomboniere vetuste e scontati cerimoniali, potrebbe avere sentore di vecchiezza, quale quello della naftalina alla sola idea di agghindarsi di coccarde e frou frou, letti tradizionalmente come qualcosa di classico, noioso e obsoleto.

Gli stilisti più all’avanguardia e di talento, per fortuna, sono riusciti a rileggere questo dettaglio e a provocare quel balzo semiotico, tipico solo dei grandi creativi, di coloro che giocano un vero ruolo nel campo della Moda.

Il ribaltamento tra il significante e il significato del fiocco come elemento encomiastico, soprattutto a livello decorativo e formale, e la giusta collocazione con citazioni  del tutto sorprendenti originali e fuori dalla norma, nella visione di outfit realmente innovativi e attuali. Siamo sicuri convinceranno anche le spose più anticonformiste… e vedremo come.

Geniali, a questo proposito, le proposte di abiti dallo spirito decadente che giocano su un mood fortemente passionale e provocante, con l’utilizzo di linee sul nudo, di tessuti leggeri e trasparenti per Vera Wang 2016. Spiccano: il modello aderente e scollato con inserto simil-dolcevita in pizzo e multi-fiocco satinato in evidenzia al girovita; il romantico abito completamente trasparente con fiorellini applicati; infine, l’erotico abito rete dalla linea lingerie contemporanea e molto provocante, per donne bellissime e sicure di sè, un pò temerarie.

VeraWangfioccoAbito-con-fiorellini-Vera-WangAbito-nude-a-sirena-Vera-Wang

Supremo, altrettanto singolare ed ingegnoso, il tema bianco e nero di Wang. Si va da un modello completamente bianco e see-through stile mannèquin nuda, in pizzo e tulle, da portare con preziosa biancheria nera a contrasto, sovrastato dal nastro nero satinato con fiocco che cinge la vita di una silhouette perfetta e assolutamente afrodisiaca, ad un modello a sirena bianco con spallina a contrasto nera e grande fiocco centrale, modello papillon gigante.
Vestiti-bianchi-e-neri

Per finire, veramente sbalorditivo questo meraviglioso modello Wang in pizzo, stile sottoveste, arricchito da voluminosi pannellidi balze in tulle finali arricciati ad arte, che vanno a comporre un strascico estremamente affascinante e dinamico, in un gioco di trasparenze che ricordano le pennellate di un quadro di Turner.

Abito-pizzo-e-tullelingerie

Per una donna più drammatico e romantica al tempo spesso ecco il pathos delicato e soave degli abiti della Packham. Fate, folletti, incantesimi, ecco il motivo ispiratore della talentuosa stilista Jenny Packham, che al suo Bridal Show 2016, presenta una collezione sposa ispirata al capolavoro letterario e drammaturgico di William Shakespeare, “Sogno di una notte di Mezza estate”.

Una passerella fiorita accoglie e contorna spose aggraziate e soavi che sembrano incedere in slow-motion, come in preda ad un incantesimo, come protagoniste fluttuanti di un quadro preraffaellita. Il nastrino lurex scintilla, delicatamente legato in vita, è satinato o vellutato, sottile, a contrasto o tono su tono, come per l’abito azzurro. Si fa reminiscenza, al suono di musiche fiabesche, clavicembali, flauti e pianoforti, la tormentata e appassionante storia dei due innamorati, Ermia e Lisandro, che contro la volontà del padre della ragazza, fuggono sperdendosi nel “bosco delle fate”, inseguiti dal promesso sposo Demetrio.

Incantevole la presentazione e l’esposizione di un campionario di abiti uno più bello dell’altro.

Jenny Packham Bridal CollectionJenny Packham Bridal Spring 2016